Romina Cremona, “Sono un disastro” (Sensoinverso)

Sono un disastro è il debutto (se la biografia non inganna) di Romina Cremona, giovane scrittrice romana ora residente in Veneto, ed è stato anche una delle primissime uscite di Sensoinverso, la casa editrice di Ravenna che compie giusto in questo periodo (Dicembre 2010) un anno di vita: a ben vedere una responsabilità non indifferente per il libro, che con i pochi primi altri si è preso in carico l’onere di presentare – oltre che sè stesso e la sua autrice – Sensoinverso al mercato editoriale italiano!
Fortunatamente un titolo così apparentemente programmatico lo è solo in riferimento alla protagonista del romanzo, la cui storia ne racconta con uno stile molto leggero ovvero tipicamente diaristico – con l’uso “ovvio” della prima persona narrativa – le quotidiane peripezie, le avventure/disavventure d’amore, le questioni lavorative, le amicizie… Un’intera stagione, insomma, nella quale le capiteranno imprevisti su imprevisti tra i quali destreggiarsi il più possibile col sorriso sulle labbra – come doverosamente impone l’altrimenti spesso pesante quotidianità della nostra epoca – e che le cambieranno la vita in modo imprevedibile e bizzarro, ma d’altro canto sicuramente lieto.
In tale storia molto quotidiana, appunto, che possiede come dote principale una facilità d’identificazione del lettore (o forse più della lettrice, se devo fin d’ora identificare un target più definito per il pubblico sul quale con maggiore facilità può far presa il romanzo) nella protagonista, e il cui format narrativo, come già osservato, ricorda molto da vicino la scrittura da diario giornaliero, Romina Cremona riesce nel non facile intento di sfuggire dalla quasi inevitabile ovvietà e/o banalità che la storia narrata può certamente presentare, grazie ad una bella e fantasiosa verve che traspare bene dal linguaggio pur semplificato utilizzato nell’esposizione, che alla stessa conferisce un ritmo gradevole e frizzante, solo in certe parti più moderato o rallentato. Inoltre, pur restando fedele alla propria linearità diaristica e al realismo da vita-di-tutti-i-giorni-di-una-come-tante, la storia riesce a sfiorare argomenti di peso e profondità tematica ben più cospicua, come il valore dell’amicizia e della lealtà, quello della famiglia oppure ancora la questione del razzismo (o della diffidenza verso lo straniero) figlio del conformismo perbenista diffuso. Tuttavia, non è certamente questo il testo che si può impegnare a fondo su tali temi, e la Cremona ha preferito restare su registri narrativi più leggeri, certamente, ma anche più pragmaticamente quotidiani, portandosi appresso il/la lettore/lettrice in una sorta di passeggiata allegra e scanzonata nella vita della protagonista fino al finale che è arduo non definire scontato, sotto certi aspetti, ma indispensabile e giusto sotto altri, degna ciliegina sulla torta di una storia che, altrimenti, sarebbe rimasta come un dipinto senza cornice.
Ribadisco quanto osservato sul target tipico che può essere conquistato da Sono un disastro, femminile più che maschile e certamente giovane, diciamo non troppo oltre i trenta (ma questo è solo una mia opinione, sia chiaro, nulla vieta che non possa piacere anche agli uomini attempati!) più che altro per la suddetta verve che la narrazione offre. A mio parere Romina Cremona, posto questo libro e sfruttando la dote di “mamma full-time” che la biografia riporta, potrebbe essere un’ottima scrittrice di romanzi per ragazzi – un genere, ci tengo a dirlo, che sovente viene ritenuto minore ma invero molto difficile da scrivere e, voglio dire, scrivendo cose belle e sensate! – ma per ora, col suo titolo così programmatico ancorché accattivante, saprà conquistare e regalare qualche ora di simpatica spensieratezza a chiunque verso quello stesso titolo probabilmente sentirà una certa consonanza…

Annunci

Una risposta a Romina Cremona, “Sono un disastro” (Sensoinverso)

  1. Pingback: 02/01/2011: Romina Cremona “Sono un disastro” |

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...